Blog Masonry

NEWS

Ogni volta che finiamo in giro per cantine, veniamo a contatto con storie di territorio e di famiglie che guardano al futuro.

In questo caso, complice il meraviglioso terreno gessoso tra i calanchi di Serramazzoni, abbiamo imparato che le bollicine tanto decantate nel modenese, sono così trasversali da poter vestire sia un elegante abito da sera, che gli stivali e la tuta da trattorista!

Beh, avere una espressione di territorio così tecnica, è un onore. L’ Appennino è una miniera d’oro. Punto

Grazie, Cantina della Volta!LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

E dopo tutto questo trambusto mediatico, le discussioni infinite su cosa sia giusto, e cosa sia sbagliato, i virologi, si stava meglio quando si stava peggio, la movida, gli assembramenti, l’immunità e gli abusi di potere, le leggi assurde, le disparità di trattamento, i ricchi, il denaro.. Così, in sordina, senza nemmeno farsi notare.. Cresce il grano, si evolve, e la terra è soffice e lieve. A Villa D’aiano la biodinamica è realtà, grazie a quei fighi della famiglia Preci!

Questo è importante.

https://ift.tt/3hcPhSeLA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Grazie per aver riempito il nostro giardino, nonostante le previsioni.
Grazie per la leggerezza e la gioia.
Grazie per i saluti pieni di affetto.
E grazie per aver mangiato al freddo.

Oggi siamo al completo.

Nel menù trovate i nuovi piatti, tra cui le lenticchie bio della nostra valle, sottoforma di falafel, con salsa yogurt di Rosola, le chips di patata di Montese, ed un po’ di tarassaco.

Splende il sole, e tira il vento. Il secondo servizio andrà ancora meglio.
Buona domenica!LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Stiamo tornando!

Sabato 1 maggio, domenica 2.

Pochissime certezze, la folle consapevolezza che tutto questo potrebbe durare pochissimo. La grande determinazione a fare bene. Siamo nuove persone adesso, 14 mesi e passa dj difficoltà non saranno dimenticate. Ci metteremo anni a tornare. Anzi, non torneremo ad essere ciò che eravamo.

Oggi siamo una comunità, siamo uniti, e siamo parte attiva della filiera di montagna. Troverete piatti che parlano di famiglie, di contadini, di fuoco e pietra, di territorio.

Siamo molto agitati e nervosi nel riaprire il nostro giardino al servizio. Ne siamo anche molto entusiasti. Siamo incazzati, perché hanno provato a farci fuori, ma abbiamo venduto cara la pelle.

Siamo consapevoli che qualche collega, invece, non aprirà o non aprirà più. Chi ci vuole divisi, ha perso, adesso siamo tutti uniti.

DAJE!LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Il nuovo decreto ci porta dritti a nuove tecniche di ristorazione! Sabato 1, domenica 2 maggio, apriamo a pranzo.
Ci proviamo, a seconda del meteo.

Siamo concentrati, il menù sarà chiaramente essenziale, divertente e molto selezionato. Adesso, per favore, le pizze lasciatele fare ai professionisti, i forni di casa non ce la fanno più, mentre il nostro è carico a pallettoni!!LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Di certo non abbiamo perso tempo nel fare ricerca. Il magazzino ha visto uscire per sempre alcuni prodotti, ed altri vi sono entrati per rimanere con noi!

Abbiamo incontrato mugnai e molini, e finalmente abbiamo stretto alleanza. Macinare farine è un mestiere che richiede conoscenze e tecniche, ed i piccoli mugnai stanno scomparendo.. Abbiamo così tante lacune, il mercato ci ha reso stupidi e poco curiosi, basta leggere le pubblicità per notarlo.
Quante sono le sostanze che una farina può contenere, senza che le stesse vengano dichiarate in etichetta?
Cosa significa integrale? Da dove viene il grano, per la maggiore? Chi e come vengono macinati i cereali? Cosa significa biologico? Cosa significa biodinamico? A quale tipo di analisi abbiamo accesso per controllare che ciò che mangiamo non sia inquinato? Siamo certi che il regime biologico delle farine che provengono dall’estero sia sinonimo di garanzia?

A monte del nostro lavoro, c’è una insaziabile curiosità, e nel nostro localino tra i monti, vi garantiamo una assoluta serietà e costante ricerca, tra grandi e piccoli produttori.LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Tiratura limitata per la nostra pizza di primavera!

Abbiamo mischiato i grani giusti, tra cui il Virgilio bio di Montese con un po’ di Bologna di Villa D’aiano, avvallati dalla tipo 1 forte di Molino Bongiovanni.
Sopra ci mettiamo lo stracchino di vacca bianca di Rosola, la spalla stagionata di Mora Romagnola, i bruscandoli, i boccioli di tarassaco sott’aceto, gli asparagi, ed il limone della costiera amalfitana.

Stasera c’è.. Domani non so..LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK

NEWS

Per spezzare un po’ il trend delle immagini della pagina, ecco una bella foto di m@#%a!

Il lunedì di Pasquetta, grazie alla famiglia Preci di Villa D’aiano, abbiamo dissotterrato il corno letame, dopo 5 mesi di permanenza sotto una terra fertile e ricca di hummus e lombrichi.
Ne abbiamo ricavato il 500, quello che in agricoltura biodinamica, servirà per il trattamento dei campi della prossima stagione di semina. L’intervento chimico è un lontano ricordo, qui si parla solo di terreni arricchiti di letame scelto e fermentato naturalmente, solo grazie al trascorrere del tempo, ed alla catalizzazione energetica delle corna di vacca fertile, sotto terra.

I campi sono verdi e rigogliosi, la terra non è stressata, ed il grano prosegue la sua crescita verso l’alto, nella tranquillità della valle di Villa D’aiano. Ne ricaveremo quel gran figo del farro monococco, che è un gran signore, dalle proprietà organolettiche uniche, e la ‘popolazione’, un miscuglio di grani biologici che ai autosostengono nel periodo di crescita, lasciando ampio spazio alla biodiversità.

È un sogno che si avvera. La società agricola Preci è fatta di gente buona, sensibile e di cuore.

Panificare e fare la pizza è un privilegio, se questi sono i presupposti.

😍LA VECCHIA SCUOLA FACEBOOK